Avviso alla gentile clientela.. (parte 1)

A quasi un anno dall’intenso volantinaggio che ha convinto laRinascente e gruppo UPIM a non proporre più inserti in pelo vero sui suoi scaffali a partire dall’autunno 2008, campagna durata ben due anni e mezzo, ebbene, sono tornato a volantinare questa volta davanti al punto COIN della sempre frequentatissima Via Lagrange. Ho ritrovato gli attivisti torinesi, più numerosi e sempre con la voglia di spiegare alla gente e di dire a gran voce ai dirigenti e ai suoi clienti i fattacci di sangue&sofferenza che coinvolge la grande distribuzione italiana. Con i sempre immancabili cartelloni e fotografie, e i volantini d’informazione, naturalmente. Andiamo con ordine: dallo scorso autunno, dopo il successo contro laRinascente, la campagna “attacca l’industria della pelliccia” si è rivolta al gruppo COIN-OVS, altra catena influentissima quale è il grande settore, nelle scelte dei consumatori. Ho constatato un certo interesse per la cosa ed molto è stato il piacere di alcune persone che hanno deciso di non entrarci proprio alla COIN. Mi sembra ci sia stata più disponibilità a prendere a (mi auguro) a leggere i volantini. Allora all’inizio della campagna COIN si era (è tuttora) già promessa di non distribuire più inserti (colli, polsini dei giubbotti o quant’altro) in pelo vero a partire da autunno 2008. Allora mi chiederete perché la campagna continua se l’obbiettivo è già stato raggiunto? Perché ciò che COIN non ha dichiarato è il fatto che in alcuni corner dei suoi negozi promuova ancora capi di stilisti che utilizzano pelo vero, cioè che scuoiano animali per riempire le loro schifose tasche, fomentando un’industria da numeri che vanno oltre l’Olocausto, che perciò tutto è meno che fashion, è perfettamente inutile, la concia inquina con i suoi scarichi chimici: chi ne giova sono le tasche di quegli insaziabili cocainomani. Eh sì, COIN distribuisce anche alcune brand che si servono di pelo vero. La cosa interessante è che all’entrata di ogni suo punto-vendita nazionale, compreso quello torinese, COIN ha esposto un enorme cartellone di avviso ai suoi clienti, scritto in bianco su sfondo nero, lodandosi dei suoi rispetti ed impegni in campo etico, puntualizzando l’impegno di non distribuire pelo vero dall’autunno 2008 –per pressioni, e non di certo per loro spontaneo credo etico come vogliono far credere- e menzionando ad esempio il loro boicottaggio delle materie prime provenienti dalla Birmania per le faccende dei monaci che sono successe, cosa apprezzabilissima ma che non c’entra assolutamente nulla con il sistematico massacro quotidiano causato dall’industria della pelliccia.

Finchè COIN non si impegnerà a togliere le marche implicate dai loro corner, la protesta continuerà. Chiudo quest’avviso INVITANDO A TUTTI, per ora, A NON COMPRARE NEI PUNTI VENDITA COIN-OVS. E’ così semplice, no? Vi lascio un estratto dal bollettino della campagnaAIP, cui vi rimando per completezza, e per le motivazioni della campagna in corso, e per il più generico in ambito.

L’Offensiva Natalizia della Campagna AIP ha funzionato perfettamente ed è stata un grande successo: nelle tre settimane precedenti il Natale ci sono state 34 proteste in 13 differenti città. (..)

I direttori di molte filiali colpite dalle proteste sono usciti per cercare di spiegare la loro posizione, per ingannare gli attivisti con menzogne, alcuni negando la presenza di prodotti di pelliccia nei negozi, altri minacciando cause legali per l’utilizzo di parole ingiuriose come “assassino”. Non possono certo dire che non abbiamo dato fastidio… (..)

AL GRUPPO COIN: Perché infangare il nome di Coin e crearsi così tanti problemi proprio ora che siete riusciti a rilanciare l’azienda? Vi invitiamo ancora una volta a prendere una scelta chiara riguardo la presenza di inserti di pelliccia nei corner e tra i fornitori esterni dei negozi Coin. Non vogliamo le menzogne che propinate ai vostri clienti, vogliamo una semplice ma esplicita dichiarazione!

Coi

Annunci

5 Risposte

  1. ops, l’ho fatta un pò lunga:-)

  2. Tesoro …ehm..diciamo che la foto è…beh…d’impatto..:-))))

  3. a me non dispiace, voglio dire, finalmente una donna nuda che esprime qualcosa di intelligente.. purtroppo difficilmente lo metteranno in città 😐

  4. si vede che non hai nulla da fare, vai a lavorare idiota

  5. X MARCO
    Scusa? A cosa ti riferisci, spiegati meglio..
    (ah, complimenti per il savoir faire)

    p.s. sarebbe dignitoso da parte tua motivare l’ offesa così capisco meglio a cosa ti riferisci grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: