tv: Mediterraneo

TGR Mediterraneo

medium: tv
servizio: informazione d’attualità
durata: 30′ circa
programmazione: sabato, Raitre, h. 13,20

Per chiunque volesse staccarsi una volta dalle solite e standardizzate notizie (=tg nazionali) nostrane, ve lo segnalo molto volentieri. I servizi spaziano dalla politica all’attualità, dalle culture giovanili alle società in generale, dalla musica all’arte. C’è sempre un pò di tutto. E’ un ottima vetrina che travalica i confini del nostro paese: punti di vista mai così leggeri da esser considerati banali. Un buon esempio d’attualità.

spagna.jpg moda-islamica-5.jpg

Mediterraneo è una coproduzione di attualità internazionale realizzata da Rai – France 3 e Rtve Spagna, in collaborazione con Entv Algeria. E’ trasmessa da: Rai Tre e Rai International (Italia), France 3, France International e Tv5 Europe (Francia), Rtve e Rtve Europa (Spagna), Tsi (Svizzera), Ert (Grecia), RtvSlo (Slovenia), Jrtv (Giordania), Entv (Algeria), Hispavisiòn (America Latina) e dalle televisioni in lingua araba associate all’Asbu (Arab States Broadcasting Union).”

“E’ interamente realizzata a Palermo dalla redazione Tgr Mediterraneo della Testata Giornalistica Regionale e si conferma uno dei pochi esempi di televisione transfrontaliera e di cooperazione internazionale. L’originalità del progetto è quella di mettere insieme culture e storie giornalistiche diverse in una redazione mista che ha sede proprio a Palermo e di far nascere un prodotto “spendibile” sul mercato internazionale.”
Giusto per farvi un’idea, ecco alcune notizie in flash del programma, recenti :- )

Viaggio in musica
di Lucilla Alcamisi (Rai)

Italia. Badarà Seck e Luigi Cinque. Una grande voce del Senegal e un grande musicista insieme. Un lungo viaggio fra culture musicali del mediterraneo. Musica che mostra come siano ridotte, anzi inesistenti, le distanze fra popoli, razze e culture quando le note fanno da collante. Badara Seck fa parte della nuova generazione dei griots che girano il mondo senza rinunciare alla propria identità e a un ruolo attivo nelle trasformazioni dell’Africa.

Il nuovo ostacolo
di Gwenaëlle Lenoir (France 3)

Palestina. Oggi ci sono oltre 10.000 palestinesi nelle carceri israeliane. Un problema irrisolto nel cammino verso la pace è una violazione della Convenzione di Ginevra che obbliga la potenza occupante a trattenere i detenuti all’interno del loro territorio. La stragrande maggioranza dei prigionieri palestinesi si trova invece negli istituti penitenziari israeliani. «Mediterraneo» proporrà alcune delle loro storie.

Pesci certificati
di Marie Arnaudet (France 3)

Francia. In tutto il mondo, il consumo delle risorse ittiche è cinque volte superiore rispetto a cinquanta anni fa. E in più, il 75% delle specie selvatiche è a rischio. Di fronte a questo sfruttamento eccessivo delle risorse ittiche, la soluzione del pesce d’allevamento sembra essere la più credibile. Eppure le cose non sono così semplici come sembrano. Una prima soluzione potrebbe forse arrivare dalle aziende d’acquicoltura con il certificato biologico.

La città dei merletti
di Fabio Gergolet (Rai)

Slovenia. Viaggio a Idrija, la città dei merletti. Nei secoli scorsi il merletto rappresentava una importante fonte di reddito. A Idrica, da oltre 300 anni, si lavora il merletto. Il primo documento che parla di questa attività artigianale in Slovenia risale infatti alla fine del XVII secolo. Già allora le ragazze e le donne scambiavano i merletti con il cibo.

Moda islamica
di Emilia Vaugelade (France 3)

Turchia. A Istanbul la casa di moda Tekbir festeggia i suoi primi 25 anni di attività. Ha creato uno stile islamico che risente delle tradizioni e punta alla modernità. Il velo è ancora al centro delle griffe turche, anche se negli ultimi dieci anni il numero delle donne che utilizzano il foulard è diminuito del dieci per cento.

Unorismo ebraico
di Ernesto Oliva (Rai)

Israele. Nasce il ‘Cartoon and Comics Museum’ di Holon che ospita tre mostre permanenti: una sui pionieri della caricatura israeliana, la seconda sulla storia di questa forma di satira, a partire dall’epoca dei faraoni, la terza sul fumetto contemporaneo. C’è anche una biblioteca ed un archivio digitalizzato che raccoglie collezioni private altrimenti precluse alla visione pubblica.

La grande partita
di Ernesto Oliva (Rai)

Giordania. E’ la squadra di calcio simbolo dei palestinesi sparsi nel mondo: si chiama “Alweehdat” e gioca nel campionato di prima divisione. Il club, vincitore di numerosi trofei nazionali, prende nome da uno storico quartiere di Amman, luogo di accoglienza per migliaia di profughi fuggiti dopo il 1948 dalla Palestina. La squadra si dedica anche ad attività di promozione sociale e ha un sogno: poter giocare una partita amichevole con una squadra di calcio europea.

Venduti a peso
di Letizia Vella (Rai)

Italia. C’è stato un tempo della nostra storia, non molto lontano, in cui anche in Italia c’erano gli schiavi. Erano uomini ed anche bambini di 10 anni, costretti a vendersi per un tozzo di pane. A Castelpoto, in provincia di Benevento, vivono gli ultimi valani. Uomini di fatica, testimoni di quel tempo di miseria. Dalle loro storie viene fuori uno scenario di prepotenza e soprusi nel quale l’individuo era considerato solo un oggetto da vendere a peso.

Il treno della storia
di Ernesto Oliva (Rai)

Giordania. Ad Amman, l’Hejaz Railways nacque nell’epoca d’oro delle grandi opere ferroviarie d’Europa: il ‘Train Blue’, nel 1876, aveva collegato Calais alla Costa Azzurra. Cinque anni più tardi, sarebbe toccato al “re dei treni ed al treno dei re’” l’Orient Express, capace di unire Parigi a Costantinopoli. Le vecchie locomotive sono perfettamente funzionanti. Oggi l’antica linea ferrata collega ancora Amman e Damasco.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: