Rifiuto il revisionismo.

Non metterò mai sullo stesso piano le morti partigiane con le stragi dei fascisti e di Salò. Mai. W la Resistenza – l’Italia liberata.

Ecco quello che ti dico, signore che parli cercando in qualche modo di revisionare (ed allo stesso tempo invitandomi a leggerla tutta, la Storia!): possiamo parlare tranquillamente ed in maniera ragionata sulle morti e sui “modi” dei partigiani e della Resistenza, durante e dopo, ma non accetto che si usi l’argomento a fini biecamente strumentali, per riabilitare cioè in qualche modo il fascismo e la dittatura, finendo in quel revisionismo che offende la nostra Storia ed i morti e le sofferenze che dietro si è portata. La Resistenza è parte del nostro dna (almeno, e scusi se è poco) costituzionale, non si può in alcun modo tradirla, anche se non la si vuol condividere ed è comunque lecito  criticarne i suoi usi ed i suoi modi, certi eventi ancora poco chiari o tenuti nascosti, ma alla onesta condizione, su detta. E’ bene, come dice lei, leggere la Storia da tutte le sue facce, e i decenni che sono ormai passati possono aiutarci e fare chiarezza su certe cose (temo tuttavia che si rischi sempre il contrario.. pensiamo al modo in cui si vuol far credere il fascismo ad un fenomeno di costume, rimuovendo quello che è realmente stato..), ma ribadisco il no al revisionismo e alla infame strumentalizzazione.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: